Noleggio Barche
Miglior prezzo garantito
I vantaggi per i nostri clienti
Testimonianze
Contatti
marenauta®
noleggio barche, un nuovo modo per vivere il mare
Sign out?
+39 01119620020   
Contattaci per qualunque motivo!
Chiamaci dal Lunedì al Venerdì dalle 08:00 alle 16:00.
  
Marenauta Blog
il blog del mare

Crociera a vela: il bello del catamarano

Di Inserito il 20 Gennaio 2019 In Tipi di barche

Tipi di barche

Crociera a vela: il bello del catamarano

Negli ultimi anni sono sempre di più i diportisti che per fare crociere e vacanze in barca scelgono i catamarani. Merito del grande comfort offerto da questa tipologia di imbarcazioni, le loro doti marine, gli allestimenti curati e i grandi volumi sia in coperta che all’interno.

Comodi, maestosi e sicuri, i catamarani negli ultimi anni hanno conosciuto una vasta diffusione e popolarità, soprattutto tra coloro che li scelgono per le crociere a vela o una vacanza in barca. Senza contare che la storia della navigazione e in particolare quella sportiva, come traversate, giri del mondo e record a vela deve molto a questa tipologia di imbarcazioni. Vediamo perché queste barche piacciono così tanto ai diportisti, i vantaggi che offrono in navigazione e all’ormeggio e le differenze che presentano rispetto ai tradizionali monoscafi.

 

 

 

Dai Caraibi, alla Polinesia al Mediterraneo

I catamarani da crociera hanno fatto la loro prima comparsa nel mondo nautico nei primi Anni 80 e riprendevano il concetto del doppio scafo dalle antiche canoe polinesiane. I più noti erano quelli disegnati dal designer britannico James Wharram che si distinguevano per le loro forme “etniche”, gli scafi a banana e gli allestimenti spartani. La maggior parte dei modelli che si vedevano in giro erano autocostruiti. Erano barche lente, essenziali ma molto marine, tanto che in molti ci hanno fatto il giro del mondo. I multiscafi moderni come li conosciamo adesso sono apparsi invece solo alla fine degli Anni 80 e nel decennio successivo hanno raggiunto davvero ottimi standard di comfort, prestazioni e sicurezza.
Sono stati i francesi soprattutto a portare avanti la loro ricerca progettuale, le forme, l’ergonomia, gli allestimenti curati. I marchi più celebri e diffusi sono Lagoon, Fountaine Pajot, Outremer, Privilège, non mancano tuttavia cantieri inglesi, statunitensi e italiani. Il loro terreno di collaudo privilegiato sono stati i Caraibi, ma anche le acque della Florida e quelle della Polinesia  dove da sempre le società di charter hanno proposto vacanze, trasferimenti e traversate a bordo di queste barche molto apprezzate dai clienti per una serie di vantaggi. Dalle isole caraibiche ben presto i catamarani si sono diffusi anche in Mediterraneo e ad oggi rimangono uno dei mezzi preferiti per chi ama le tranquille veleggiate ricche di comfort.

 

 

 

Meno oscillazioni a bordo e grande stabilità

La caratteristica principale del catamarano è che a differenza di una classica barca a vela, è dotato di due scafi. Tutto quindi a bordo si raddoppia in termini di spazio, comfort e stabilità. Partiamo proprio da quest’ultima. I catamarani sono barche che non avendo bulbo sono appoggiati in acqua, ci scivolano sopra al contrario di un monoscafo che fende l’acqua. Il risultato è che a bordo di un catamarano si sentono meno le oscillazioni, il beccheggio e il rollio, si ha la sensazione di non inclinarsi troppo e si soffre meno il mal di mare. Essendo poi alti sulla superficie del mare sono barche più panoramiche, ariose e danno un grande senso di sicurezza.

 

 

Prestazioni a vela più che dignitose

Sempre in termini di stabilità, un catamarano è in grado di tenere tutta la superficie velica esposta al vento senza sbandare e soprattutto anche con vento forte è quasi impossibile che si ribalti. La stessa sicurezza la offre in presenza di onde frangenti che se prese al traverso semplicemente spingono la barca sull’acqua facendola scarrocciare ma non scuffiare, visto che sotto agli scafi non c’è un bulbo che agisce da perno e innesca il ribaltamento. Nel caso estremo di un ribaltamento, infine, un catamarano è costruito in materiali leggeri e di fatto è inaffondabile.
In termini di prestazioni a vela, i catamarani sono leggermente penalizzati nelle andature di bolina rispetto a un monoscafo e avendo meno vela ed essendo più pesanti sono anche barche più lente. L’obiettivo di una crociera tuttavia non è la velocità, ma navigare in sicurezza d e arrivare a destinazione nelle condizioni migliori. Un buon catamarano moderno in ogni caso può tenere un angolo di 55-60 gradi rispetto al vento reale con una velocità di crociera che si attesta tra i 6-8 nodi, più che dignitosa.

 

 

Il lusso dello spazio

Il vero punto di forza dei catamarani però è lo spazio a bordo sia all’esterno che negli interni. In coperta troviamo un pozzetto enorme dove si trova la postazione del timoniere con tutti i rinvii di manovra e una grande area living con tavolo e larghe sedute che può accogliere fino a 10 persone. Il pozzetto è in genere protetto un bimini strutturale che assicura riparo dal sole, pioggia o vento all’equipaggio. A poppa ci sono comodi gradini che agevolano l’ingresso a bordo, così come la discesa a mare per il bagno o la movimentazione del tender. Per il resto in coperta ci sono larghi passavanti che permettono di accedere alla zona di prua dove si trovano grandi aree prendi sole.
Su molti modelli a prua c’è una struttura rigida o altrimenti il classico trampolino intervallato da camminamenti per agevolare le manovre del cambio di vele o per l’utilizzo del salpancora per ormeggiarsi. Stendersi sul trampolino a pelo d’acqua mentre la barca è in navigazione regala grandi emozioni.

 

 

Quadrato enorme, luminoso e panoramico

Di solito il pozzetto e il quadrato su un catamarano si trovano allo stesso livello e sono collegati da una normale porta a battente o scorrevole. Gli spazi del quadrato sono enormi e normalmente questo locale è dotato di ampie finestrature panoramiche che permettono anche dall’interno un controllo del traffico intorno e la possibilità di dialogare con chi è nel pozzetto o alle manovre. Il tavolo da carteggio è subito all’ingresso del quadrato, così come la cucina ampia e confortevole: il frigorifero e il piano di cottura sono come quelli che si possono trovare in una casa e non ci sono accorgimenti particolari per evitare che piatti e scodelle possano cadere sul paiolo.

 

 

Sonni tranquilli e ricchi di privacy

Dal quadrato si accede ai due scafi tramite alcuni scalini. Qui si trovano le cabine le cui dimensioni e l’altezza sono straordinarie. In genere un catamarano di 40 piedi offre 4 cabine doppie e due o tre bagni, mentre uno di 44 piedi ha sempre 4 cabine doppie, ma i bagni diventano 4, più due altri due letti a prua. Le versioni armatoriali prevedono uno scafo interamente dedicato agli armatori in cui oltre al bagno di grande larghezza c’è un ampio guardaroba e un piccolo studio. Infine un altro aspetto importante del catamarano è la privacy, poiché le cabine si trovano in ambienti separati e non comunicanti e a questo a volte questo non è un particolare da poco.
Insomma fare una crociera a vela a bordo di un catamarano è sicuramente più confortevole durante la navigazione e negli ormeggi in rada. Si gode di tanto spazio per rilassarsi, prendere il sole e stivare attrezzature extra, come Sup, canoe, tavole da windsurf e giochi acquatici. Tutti gli interni sono spaziosi e la sensazione è quella di essere su una casa galleggiate e panoramica. Le cabine sono grandi e riservate. E in generale è ideale per chi vuole vivere il mare anche per la prima volta perché ci si adatta prima e le emozioni sono altrettanto appaganti.

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come giornalista professionista per testate nazionali e internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

@ Offerte speciali
Iscriviti alla nostra newsletter
Copyright © - Tutti i diritti riservati
Questo sito usa i cookies, clicca qui per maggiori informazioni. Se ti sta bene basta che continui a navigare!   Chiudi