Noleggio Barche
Miglior prezzo garantito
I vantaggi per i nostri clienti
Testimonianze
Contatti
marenauta®
noleggio barche, un nuovo modo per vivere il mare
Sign out?
+39 0112171011   
Contattaci per qualunque motivo!
  
Marenauta Blog
il blog del mare

Vacanze in caicco: la crociera da Re | Blog di Marenauta

Di Inserito il 24 Maggio 2019 In Tipi di barche

Tipi di barche

Vacanze in caicco: la crociera da Re

Tra le tante tipologie di barche che è possibile noleggiare per una vacanza c’è il caicco che unisce il piacere di andare a vela con un tocco di romanticismo, stile retrò e spazi a volontà sia in coperta che negli interni. Ecco perché queste imbarcazioni riscuotono così tanto successo dagli amanti dell’andar per mare.

Il bello della crociera a vela è che può essere una vacanza sagomata sulle proprie personali esigenze, proprio come un abito su misura. Tra le opzioni di scelta che contribuiscono a creare la propria navigazione ideale c’è sicuramente la tipologia di imbarcazione. Si può noleggiare una barca a vela sportiva e ben invelata per sfruttare ogni refolo di vento oppure un catamarano che offre spazi e comfort per tutto l’equipaggio, o ancora un motorsailer che unisce al piacere di andare a vela quello di raggiungere a proprio piacimento ogni rada, porto o scalo programmato nei tempi previsti.

Perché salpare per una crociera in caicco

Se però oltre a soddisfare tutte queste necessità si vuole aggiungere un tocco di romanticismo, stile retrò e passione per le barche d’epoca, allora si può optare per una barca diversa e assolutamente gratificante: il caicco. Non è un caso che solo in Italia un operatore charter su quattro propone, accanto a cabinati e multiscafi, la crociera in caicco. Segno che questa tipologia di barche è sempre più apprezzata da chi ama le vacanze in barca. Tra le mete più gettonate di queste barche c’è la Turchia naturalmente, dove hanno avuto origine questi velieri, ma anche Grecia, Croazia, Tunisia, Spagna e la stessa Italia. Perché queste barche classiche hanno così tanto successo? Cerchiamo di illustrare quali sono i loro punti di forza e perché ancora oggi piacciono tanto a chi va in crociera.

Coperta caicco

Doti marine, grandi spazi e fascino retrò i punti di forza

La navigazione a bordo di un caicco è molto più comoda rispetto ai cabinati a vela moderni, sensazione di comfort che si unisce al fascino di navigare su una barca in legno di foggia classica, con cime in canapa e scalette in corda. Un’esperienza marinaresca che può essere più essenziale, nel caso si salga a bordo di barche più vecchie e meno ricercate, ma anche piuttosto lussuosa per caicchi restaurati di tutto punto. Altro elemento che contribuisce al successo di queste imbarcazioni sono certamente le loro qualità marine, tra cui la buona tenuta di mare, il pescaggio limitato che consente di accedere ad ancoraggi in rada prossimi alla costa, ma soprattutto ad essere apprezzati sono i grandi volumi in coperta e nei locali interni che hanno favorito nel tempo la loro progressiva trasformazione da barche da lavoro a imbarcazioni adibite al turismo.

Vacanze in caicco

Cabine lussuose e pozzetti come terrazze sul mare

I caicchi sono barche lunghe tra i 14 e i 25 metri e possono accogliere fino a 8 cabine a letto matrimoniale complete di armadi e stipetti, specchi e cassettiere per stivare il proprio guardaroba. La maggior parte dei caicchi dispone di cabine con aria condizionata. Nei loro interni c’è spazio anche per grandi toilette private, larghi passavanti, ampi e luminosi quadrati, inoltre spesso dispongono anche di angolo bar e zone relax allestite con cuscinerie, per non parlare delle ampie zone prendisole che presentano in coperta, le aeree ombreggiate, quei pozzetti maestosi che sembrano vere e proprie terrazze sul mare che possono ospitare comodamente 16 persone. Grazie ai loro grandi volumi i caicchi possono inoltre imbarcare senza problemi anche attrezzature per le immersioni, la pesca e gli sport acquatici e oltre al comandante, in genere l’equipaggio comprende uno o due marinai, hostess e il cuoco di bordo che si occupa della cambusa e della cucina.

Viaggio in caicco

A vela e a motore, liberi di andare…

I caicchi restaurati per il charter in genere hanno tutti i sistemi di navigazione moderni per la crociera sicura e confortevole, inoltre utilizzano spesso la potenza del motore che affianca le vele per ottimizzare il piano di crociera magari alzando a riva il solo fiocco in condizioni di mare formato per stabilizzare lo scafo. Molto apprezzati sono infatti anche da chi di solito soffre il mal di mare, perché sono scafi più stabili, tranquilli e grandi a volontà. Soggiornare in un caicco dà una sensazione di essere in un hotel a vela. L’equipaggio del caicco si prende cura della sicurezza e comodità di tutti a bordo, mentre lo chef offre le migliori specialità locali preparate con gli ingredienti migliori.

Un altro vantaggio dei caicchi è la possibilità di creare il proprio itinerario. Le possibilità sono tante, dalla visita delle città costiere alla navigazione in mare aperto, dipende esclusivamente dai desideri delle persone a bordo. Se siete con la vostra famiglia e bambini a bordo, si può scegliere di fare il bagno nelle baie tranquille, concedersi un po ‘di snorkeling e vedere le meraviglie marine sott’acqua, oppure provare altri sport acquatici quando si è alla fonda, come il kitesurf, il Sup, il Wakeboard, la canoa e le divertenti banana boat. Si può inoltre scendere a terra per una passeggiata nel bosco o leggere un libro per rilassarsi o lavorare sul computer. Gli spazi in coperta permettono il massimo relax, così come organizzare feste e barbecue sul ponte con gli amici. Di notte, si può decidere di soggiornare in un bel golfo o rimanere in porto per fare shopping o uscire la sera. Il noleggio dei caicchi è perfetto per gruppi fino a 16 persone il che significa che a bordo di uno caicco si possono portare l’intera famiglia o un grande gruppo di amici.

Crociera in caicco

Un po’ di storia: da barche da pesca a hotel galleggianti

In origine i caicchi si diffusero a partire dal XVIII secolo in Turchia, nel Mar Egeo e nel Mar Nero come imbarcazioni costiere adibite alla pesca e al trasporto di merci dotate di uno o due alberi e molto spaziose. Erano a tutti gli effetti barche da lavoro. Guardateli bene: i caicchi ricordano i grandi pescherecci liguri e siciliani utilizzati per il piccolo cabotaggio fino agli Anni 50 delle quali conservano le stesse caratteristiche: buona tenuta di mare, grandi spazi utilizzabili sia sopra che sotto coperta e linee classiche.

I primi caicchi vennero varati a Bozburun, nella regione turca del Marmaris, un piccolo porto situato nel Golfo di Yeþilova e famoso ancora oggi per la pesca delle spugne. Le linee d’acqua originali del caicco, con poppa e prora slanciate e relativo armo a vela latina con bompresso, riprendevano infatti quelle dei cosiddetti “tirhandil”, scafi non più lunghi di 18-19 metri utilizzati dai pescatori locali per raccogliere e stivare i poriferi marini. Attualmente in Turchia la tradizione cantieristica di queste imbarcazioni è ancora viva nelle aree di Bodrum, Marmaris, Bozborun, Fetiye, Gogek, Antalya e Tuzla.

Naturalmente per andare incontro alle esigenze crocieristiche dei diportisti, i caicchi con il tempo hanno finito per mettere da parte attrezzature e manovre veliche e privilegiare i potenti entrobordo diesel, rendendole così barche perfette per chi desidera una vacanza senza problemi, rilassante, confortevole, usufruendo di tanto spazio e maggiore privacy. Provare per credere.

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come giornalista professionista per testate nazionali e internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

@ Offerte speciali
Iscriviti alla nostra newsletter
Copyright © - Tutti i diritti riservati