Noleggio Barche
Miglior prezzo garantito
I vantaggi per i nostri clienti
Testimonianze
Contatti
marenauta®
noleggio barche, un nuovo modo per vivere il mare
Sign out?
+39 0112171011   
Contattaci per qualunque motivo!
  
Marenauta Blog
il blog del mare

Standard anti-Covid per le prossime vacanze in barca | Blog di Marenauta

Di Inserito il 4 Gennaio 2021 In Vita a bordo

Vita a bordo

Standard anti-Covid per le prossime vacanze in barca

Nonostante l’emergenza sanitaria il 2020 è stato un anno generoso per il charter a vela. Le società internazionali hanno registrato centinaia di vacanze e in certi casi hanno assistito a un raddoppio delle richieste, in particolare da parte di famiglie con bambini. Alcuni governi hanno anche contattato le società di noleggio più grandi e importanti per saperne di più sulle misure adottate per garantire la sicurezza dei propri ospiti in modo da poter imporre procedure simili in tutti i settori di viaggio. Insomma la vacanza in barca a vela si è attestata come un vero e proprio modello di vacanza sicura in tempi di Covid. Per quanto si può essere ottimisti, anche per il 2021 non si prospetta un anno completamente libero dalla pandemia e il charter a vela deve adeguarsi, forte però dell’esperienza positiva appena passata.

Quello che cambierà e si rafforzeranno sono le routine di bordo, il check-in e il check-out, i briefing, le pulizie e il rispetto del distanziamento sociale da parte di chi sceglie di trascorrere le proprie ferie a bordo di una barca a vela. Vediamo più in dettaglio allora come le società di charter si stanno attrezzando per offrire un servizio attento e crociere sicure ai propri clienti.

Cambiano i rituali del noleggio a bordo e in banchina

Se siete già andati in vacanza in barca a vela in passato, avete familiarità con la solita procedura all’arrivo in una destinazione. Di solito gli ospiti atterrano all’aeroporto locale e si recano alla base nautica di noleggio tramite una navetta di proprietà dello stesso noleggiatore o per mezzo di un taxi. A questo punto si sale in barca, la si esplora a fondo e si esegue un briefing dettagliato della crociera. Poi lo skipper e l’equipaggio passano quasi sempre la prima notte a bordo della base charter per prepararsi alla partenza del mattino.

Come tante altre cose nel 2020, anche questi normali rituali delle vacanze charter in barca a vela sono cambiati. Nel mezzo di una pandemia ancora in atto, le compagnie di charter grandi e piccole rimangono aperte e sono operative ma hanno preso molte misure preventive per garantire che gli ospiti siano al sicuro a bordo delle loro flotte come lo sono a casa.

Tante procedure si svolgono on line

Per cominciare le grandi compagnie di settore hanno spostato molte delle procedure di check-in online, permettendo ai diportisti di completare i passaggi come i briefing sulla sicurezza e le visite alla barca prima del loro arrivo alla base nautica. Ormai inviano ai clienti un link a un video la settimana prima del loro noleggio e aggiungono un questionario sullo stesso per dimostrare che lo hanno guardato. A volte aprono anche canali diretti sempre on line con sessioni di domande e risposte con qualcuno nella loro base di destinazione, in modo da poter fare domande specifiche sulle barche a vela noleggiate.

Anche altri passaggi della procedura di noleggio vengono spostati on line, come per esempio i pagamenti, i documenti e le firme. In questo modo gli ospiti possono passare attraverso l’intero processo senza vedere mai un ufficio.

Transfer, check in e check out

I cambiamenti nel modo in cui il personale delle società di charter interagisce con gli ospiti partono da quando gli stessi arrivano in aeroporto: le società gestiscono navette extra per l’aeroporto e limitano la capacità dei furgoni per garantire una maggiore distanza durante i transfer. Sempre per mantenere la distanza invece di far affollare gli ospiti del charter nel front office dei vari uffici collocati nelle basi d’imbarco, i membri dell’equipaggio vengono indirizzati verso una lobby dove troveranno una busta contenente il nome della loro barca, una lista del suo inventario, eventuali codici per l’ingresso in banchina e tutte le informazioni su quando il loro skipper li incontrerà per il check-out in banchina. Quando lo stesso skipper sale a bordo del cabinato sarà sempre dotato di mascherina. Solo un ospite o lo skipper è ammesso nell’area dell’ufficio della società noleggiatrice e solo lo skipper partecipa al briefing tecnico che avviene sul molo per il check-in. Le procedure di check-in e check-out sono condotte all’esterno, dove possibile.

Stesse regole votate alla sicurezza sanitaria riguardano la biancheria, la pulizia della barca e il rifornimento della cambusa. In genere i noleggiatori si fanno la spesa da soli, ma coloro che optano per i servizi di approvvigionamento quando salgono a bordo trovano le loro forniture disinfettate e imballate negli armadietti o nel frigorifero in contenitori sigillati e datati. Le misure preventive adottate in risposta alla pandemia comprendono anche l’uso di detergenti professionali, disinfettanti, la biancheria sigillata e le provviste confezionate.

Sanificazione delle barche e delle forniture

Le società di charter prendono poi provvedimenti per garantire che i membri del personale siano in buona salute: fanno loro misurare la temperatura prima di iniziare a lavorare, gli fanno indossare le mascherine quando sono a contatto con i clienti e tutti sono tenuti a osservare la distanza sociale e disinfettarsi regolarmente le mani.

Tutte le compagnie di charter inoltre stanno prendendo provvedimenti per garantire che le barche a noleggio siano prive di virus prima che gli ospiti salgano a bordo. C’è sempre un’intera giornata tra una crociera e l’altra, e questo tempo supplementare viene utilizzato per le pulizie eseguite da addetti alle pulizie professionali che indossano respiratori e prevedono l’uso di bombole che rilasciano uno spray disinfettante di quello utilizzato negli ospedali. I materassi vengono igienizzati e il set della biancheria da letto è fornito in sacchetti sigillati. Tutti gli utensili da cucina, i piatti e i bicchieri vengono altresì igienizzati.

Insomma mentre tutti i viaggi e le vacanze nell’era della pandemia presentano diversi ostacoli, i diportisti sanno che le compagnie di charter in Mediterraneo e nel mondo stanno adottando misure intelligenti per garantire che le loro crociere siano il più possibile sicure, a prova di virus e rispettose del distanziamento sociale.

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come giornalista professionista per testate nazionali e internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Offerte speciali? Iscriviti alla nostra newsletter!
Iscriviti