Noleggio Barche
Miglior prezzo garantito
I vantaggi per i nostri clienti
Testimonianze
Contatti
marenauta®
noleggio barche, un nuovo modo per vivere il mare
Sign out?
+39 0112171011   
Contattaci per qualunque motivo!
  
Marenauta Blog
il blog del mare

Navigare "green": i vantaggi del propulsore elettrico | Blog di Marenauta

Nautica green e imbarcazioni elettriche

Di Inserito il 10 Ottobre 2019 In Accessori di bordo

Nautica green e imbarcazioni elettriche
Accessori di bordo

Navigare “green”: i vantaggi del propulsore elettrico

Una barca a propulsione elettrica consente tanti vantaggi per l’armatore, lo skipper e l’equipaggio in crociera: naviga senza emettere nessun rumore, non produce odore di fumo e non lascia dietro di sé orribili sostanze oleose. Il motore elettrico consente inoltre di entrare nelle aree marine protette, come per esempio l’Arcipelago della Maddalena, l’Asinara o l’isola di Montecristo, altrimenti inaccessibili. C’è poi ampia libertà di movimento visto che le imbarcazioni elettriche attuali garantiscono un’autonomia per decine di miglia e si ricaricano ovunque. Insomma è solo una questione di tempo: nel futuro tutte le barche a vela imbarcheranno un motore elettrico per una nautica più green.

Già oggi sono sempre di più gli armatori che al momento dell’acquisto della barca lasciano in banchina i vecchi propulsori e scelgono una soluzione ecosostenibile con vantaggi per l’ambiente e per il comfort a bordo. Senza contare che nei nuovi motori elettrici la manutenzione è estremamente ridotta. Ma quali sono attualmente le tecnologie di propulsione a impatto zero che offre il mercato nautico?

Imbarcazioni ibride e elettriche: i nuovi propulsori

Imbarcazioni elettriche e ibride

Tra i motori a impatto zero per la nautica ci sono i motori ibridi e quelli elettrici puri. Entrambi i sistemi di propulsione hanno le eliche mosse da motori elettrici. Quindi una barca dotata di motore ibrido naviga grazie a un motore elettrico, ma per la ricarica delle batterie conta anche su un gruppo elettrogeno (chiamato anche diesel generatore o genset) oppure, in alternativa, su un motore diesel in linea d’asse con quello elettrico che può essere vincolato o svincolato da quest’ultimo. Il risultato è che durante la mia crociera posso decidere di andare a motore oppure di navigare con il propulsore elettrico o ancora con il motore tradizionale più l’elettrico per avere maggiore potenza.

Il motore elettrico “puro” è invece un propulsore che per funzionare attinge esclusivamente dalle batterie e queste, a loro volta, possono essere ricaricate dalla rete elettrica quando si sta ormeggiati in banchina, dal movimento delle eliche quando andiamo a vela e da fonti di energia rinnovabili, come i pannelli fotovoltaici, i sistemi eolici, etc…

Batterie ultra potenti: è questa la vera libertà

Torqeedo batterie potenti

Attualmente in fatto di propulsione a impatto zero la tecnologia più popolare è quella elettrica assistita. In questo caso il vero cuore del motore sono le batterie. Non accumulatori generici però, ma potenti batterie al litio che possono erogare un voltaggio enorme (fino a 700 Volt) e risolvere definitivamente il problema maggiore della propulsione elettrica, ossia l’autonomia. Posizionati nel vano centrale della sentina, questi moderni pacchi batteria hanno anche il vantaggio di fungere da zavorra per dare maggiore stabilità alla barca in navigazione. La tecnologia agli ioni di litio si è molto evoluta negli ultimi due anni.

Altra tecnologia rivoluzionaria sul versante della navigazione “green” sono i propulsori cosiddetti “brushless”, ossia a magneti permanenti. A differenza dei motori a spazzole questi propulsori non hanno bisogno di contatti elettrici sull’albero del rotore per funzionare. Tutto cioè avviene elettronicamente con meno resistenza meccanica, più efficienza e minore esigenza di manutenzione periodica. I motori brushless hanno inoltre un altro importante vantaggio: sono molto efficienti anche utilizzati per la creazione di energia. Qualora infatti non vengono utilizzati per spingere la barca, quando navighiamo a vela possono trasformarsi in idrogeneratori: maggiore è la velocità a cui si naviga, maggiore sarà l’energia che il motore è in grado di fornire alle batterie: per5 esempio con 4 ore di navigazione a vela è possibile immagazzinare l’energia necessaria per far funzionare il motore elettrico un’ora.

Eliche performanti e generatori più potenti

Pannelli solari barca

Un’altro accessorio che aumenta l’efficienza di ricarica di un motore elettrico, quando si va a vela, è l’elica. I cabinati moderni utilizzano per lo più eliche a passo variabile le cui pale possano essere ruotate attorno al proprio asse longitudinale per regolarle a seconda del flusso d’acqua che agisce su di esse e permettono di ottenere molta più energia (fino all’85 per cento in più) rispetto alle eliche tradizionali. Gli stessi generatori continuano ad evolversi e i modelli a giri variabili ormai prendono il posto di quelli a giri fissi. Tra i loro vantaggi ci sono maggiore silenziosità, poco scambio termico con il vano in cui sono collocati, dimensioni e peso minore: ma soprattutto sono in grado di fornire potenza modulabile e presentano emissioni e consumi più bassi poiché generano solo l’energia richiesta.

Fare il pieno di energia in banchina

Colonnine elettriche porto

Per quanto riguarda infine i sistemi di ricarica, oltre all’energia solare, quella eolica e dei generatori diesel, oggi le barche possono contare su infrastrutture già esistenti pressoché in ogni marina: le colonnine di ricarica tradizionali con le quali si succhia elettricità normale in banchina e che potrebbero essere semplicemente riconvertite per alimentare direttamente i motori elettrici.

Grazie a tutti questi componenti oggigiorno gli armatori che quando vanno per mare vogliono essere “green” con propulsori elettrici innovativi, pacchi batterie di ioni al litio potenti e generatori di nuova concezione hanno risolto praticamente tutti i loro problemi. Voi, cosa aspettate?

 

Appassionato di vela e sport acquatici, esperto di diporto nautico, ha una lunga esperienza come giornalista professionista per testate nazionali e internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

@ Offerte speciali
Iscriviti alla nostra newsletter
Copyright © - Tutti i diritti riservati