Noleggio Barche
Miglior prezzo garantito
I vantaggi per i nostri clienti
Testimonianze
Contatti
marenauta®
noleggio barche, un nuovo modo per vivere il mare
Sign out?
+39 0112171011   
Contattaci per qualunque motivo!
  
Marenauta Blog
il blog del mare

Nuove regole per la patente nautica: ecco cosa cambia

– 14 Ottobre 2021 – Vita a bordo

Vita a bordo

Nuove regole per la patente nautica: ecco cosa cambia

Cambia l’esame per la patente nautica. Patente nautica e noleggio di barche a vela hanno una stretta connessione. Accanto infatti alla possibilità di partire in crociera con l’assistenza di uno skipper sono sempre di più i velisti e gli appassionati di mare che decidono di noleggiare la barca in completa autonomia. Per farlo tuttavia almeno in Italia è richiesto il possesso dell’apposita abilitazione alla navigazione, ossia la patente nautica. Un titolo importante che recentemente è stato protagonista di un aggiornamento da parte del Governo. È utile allora per tutti coloro che vogliono acquisirlo e noleggiare in sicurezza nei prossimi mesi con la formula del “bare boat” conoscere le nuove regole.

Il 28 settembre scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo decreto del ministero delle Infrastrutture che ridisegna le modalità di svolgimento degli esami e i nuovi programmi delle abilitazioni nautiche. All’orizzonte dei velisti si prospettano procedure più snelle, meno burocrazia, semplificazione delle materie con meno parti nozionistiche e più attenzione alla sicurezza, all’ambiente, ai nuovi strumenti elettronici e alla navigazione pratica. Ecco allora alcune delle principali novità che riguardano chi vuole conseguire questo importante titolo nautico.

Leggi anche: Charter a vela: perché è utile conseguire la patente nautica

Patente nautica

Più tempo per ripetere gli esami

Cambia l’esame per la patente nautica. Secondo il nuovo decreto chi ha superato la prova scritta, ma non supera per le 2 volte consentite quella pratica, può ora ritentarla entro 30 giorni senza ricominciare tutto daccapo come succedeva in passato. È possibile poi ripetere le prove scritte non superate nel periodo di tempo di validità dell’istanza di esame; nel caso non si superi l’esame di carteggio per la patente “senza limiti”, si può richiedere di proseguire l’esame finalizzandolo alla patente nautica “entro le 12 miglia”. Resta inoltre la possibilità, per chi non supera i “quiz vela”, di proseguire l’esame per ottenere la patente a motore.

Patente nautica

Semplificazione e più sicurezza

Nel nuovo decreto del governo i programmi d’esame per il conseguimento della patente nautica sono stati semplificati. Tra le altre cose per esempio la “nomenclatura” delle barche è limitata alle parti principali dello scafo e la parte sulle avarie interessa solo quelle che possono prevedere interventi diretti del diportista e non più i soli interventi specialistici. Più attenzione viene attribuita dalla nuova norma anche alla sicurezza. Vengono introdotte infatti alcune nozioni sui rischi della navigazione sotto l’influenza dell’alcol o in stato di alterazione psico-fisica e sull’uso degli strumenti elettronici per il posizionamento del punto nave. Crescono anche i quiz su “manovre e condotta”, le precauzioni da adottare all’ingresso e all’uscita dei porti, in navigazione in prossimità dei bagnanti, della costa, sui limiti di velocità e la protezione dell’ambiente marino.

Cambia l’esame per la patente nautica. Sempre in tema di sicurezza della navigazione il nuovo decreto prevede che i principali segnali del “Colreg”, ossia quelli attinenti al Regolamento internazionale per prevenire gli abbordi in mare, si dovranno conoscere “a memoria”, soprattutto quelli che riguardano le unità da diporto, da pesca e le navi in navigazione o all’ancora.

Patente nautica

Come saranno i nuovi quiz?

I quiz costituiscono sempre lo scoglio mentale degli aspiranti patentati. Con un nuovo decreto ministeriale sarà elaborato un nuovo elenco di quiz per sostenere la parte scritta dell’esame. Farà parte di un database unico, nazionale, soggetto a revisione periodica almeno biennale. È previsto inoltre un quiz “base”, valido per tutte le patenti, con 20 quesiti a risposta multipla, ciascuno costituito da 3 risposte alternative di cui una sola esatta, e la prova è considerata superata se il candidato fornisce almeno 16 risposte esatte.

Il quiz su “elementi di carteggio” inoltre è costituito da 5 quesiti a risposta singola, per la patente “entro le 12 miglia”. La prova viene considerata superata se il candidato fornisce almeno 4 risposte esatte su 5. Per la patente “senza limiti” è sostituito dalla prova di carteggio. Il quiz “vela”, con 5 quesiti a risposta singola, è considerato superato con almeno 4 risposte esatte.

Patente nautica

La pratica dovrà essere certificata

Cambia l’esame per la patente nautica. Grande attenzione nel nuovo decreto sulla patente nautica viene assegnata alla prova pratica. Per essere infatti ammessi all’esame della patente nautica bisognerà dimostrare di avere effettuato almeno 5 ore di manovre pratiche, attestate da una scuola nautica.

Agevolazioni anche per i disabili

Il nuovo decreto chiama in causa anche i disabili che vogliono acquisire la patente nautica. Le persone disabili o con disturbi specifici dell’apprendimento (Dsa) infatti possono chiedere misure personalizzate compensative per lo svolgimento delle prove d’esame, per esempio la concessione di maggiore tempo per svolgere le prove oppure l’assistenza di mediatori o traduttori, ausilii o ancora particolari strumenti utili per superare le prove.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Offerte speciali? Iscriviti alla nostra newsletter!
Iscriviti