Noleggio Barche
Miglior prezzo garantito
I vantaggi per i nostri clienti
Testimonianze
Contatti
marenauta®
noleggio barche, un nuovo modo per vivere il mare
Sign out?
+39 0112171011
  
Marenauta Blog
il blog del mare

Come monitorare la temperatura di frigo e freezer in barca

– 7 Giugno 2022 – Vita a bordo

Vita a bordo

Come monitorare la temperatura di frigo e freezer in barca

Frigo in barca e temperature. Il segreto per avere uno stile di vita da crociera a vela efficace e sempre appagante è seguire costantemente una routine di controlli a bordo. Quando si inizia a navigare, attrezzature e impianti si rompono in continuazione. Con il tempo, però, si iniziano a scoprire modi e mezzi per prevenire la maggior parte delle rotture.

In questa check list di controlli, specie in estate con le temperature che diventano più calde, si dovrebbe inserire anche il monitoraggio relativo alla temperatura ai dispositivi di refrigerazione che abbiamo in barca. Tra questi il frigorifero e il congelatore. Esattamente come avviene per il check del livello di carica della batteria di bordo, basta abituarsi a dare un’occhiata veloce ai rispettivi indicatori di temperatura di frigo e freezer. La motivazione principale per sapere qual è la temperatura del frigorifero e del freezer di bordo è che il cibo si rovini. Non vogliamo che sia troppo caldo e che per esempio la carne o il latte si rovinino, ma non vogliamo nemmeno che sia troppo alto e che le carote o i cetrioli si congelino.

Leggi anche: La cucina di bordo e la gestione della cambusa in barca

Frigo in barca

Unità raffreddate con acqua di mare

Molti sistemi di refrigerazione delle imbarcazioni moderne sono raffreddati ad acqua. Ciò significa che una parte del sistema utilizza l’acqua di mare per la refrigerazione. Le variazioni della temperatura del mare causano variazioni della temperatura di refrigerazione. Quando si naviga in Mediterraneo si avranno i termostati impostati su un determinato valore, mentre ai Caraibi tale indicazione si abbasserà drasticamente.

Frigo in barca e temperature. Se per esempio non si presta la dovuta attenzione alla temperatura dell’acqua del mare quando si compie una lunga navigazione tra zone diverse e quindi non si regola di conseguenza il termostato di questi elettrodomestici, c’è il rischio di far deperire un bel po’ di cibo. Alcuni sistemi di refrigerazione si trovano all’esterno e se sono in linea diretta con il sole o in un gavone chiuso inizieranno a riscaldarsi. I termostati dei frigoriferi delle barche inoltre non mantengono una temperatura costante: quando ci si sposta in luoghi diversi bisogna spesso giocare con il termostato per un paio di giorni per assicurarsi che le cose non si congelino, ma neanche si riscaldino troppo.

Frigo in barca

Frigo in barca: qual è la temperatura ottimale?

È anche interessante notare che quando si naviga su una lunga rotta spesso si deve alzare il termostato perché le cose iniziano a congelarsi. Il motivo è che in genere non apriamo il frigorifero con la frequenza normale. Tutti sono in pozzetto a rilassarsi piuttosto che aprire il frigorifero più volte al giorno alla ricerca di uno spuntino.

L’ideale sarebbe mantenere il fondo del frigorifero a 4° C. In questo modo si può tenere per esempio la carne sul fondo. È lì che vanno anche la birra, il vino e il latte. Al centro del frigorifero ci sono le verdure. In cima, formaggi, condimenti e yogurt.

Per quanto riguarda invece il congelatore, che è un’unità separata, si può tenerlo a circa 15-18 gradi. Si può tenerlo acceso tutto il giorno grazie all’energia solare e spegnerlo di notte. Se è un congelatore di buona qualità e molto ben isolato manterrà una temperatura bassa per tutta la notte.

Frigo in barca

Indicatori di temperatura, allarmi e sensori

Alcuni modelli di frigo e freezer hanno dei sensori di temperatura esterni che mostrano la temperatura all’interno dell’unità. Sono molto utili, ma a bordo potrebbero soffrire la corrosione dell’impianto elettrico. In alternativa si possono utilizzare dei sensori autonomi senza fili e a batteria che sfruttano la tecnologia Bluetooth da mettere a proprio piacimento per tenere traccia delle varie temperature. Una buona soluzione è appendere il rispettivo indicatore di temperatura alla parete dell’angolo di navigazione dove si trova il quadro elettrico e il quadro motore, in modo da tenere sotto controllo tutto insieme con un solo colpo d’occhio.

Si possono anche impostare degli allarmi se qualcosa diventa troppo caldo o troppo freddo. E avvisi che ci indicano se l’umidità o la temperatura si abbassano o si alzano molto velocemente.

Quando si inizia a navigare in barca a vela, lo stile di vita può sembrare un po’ opprimente. Ci sono così tante cose da imparare e da assimilare. Il suggerimento è di iniziare a stabilire delle routine e di avere delle liste di controllo per ogni sistema e attività che si svolge in barca. Le temperature del frigorifero e del congelatore sono solo due dei piccoli controlli importanti che garantiscono un approccio efficace alla crociera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Offerte speciali? Iscriviti alla nostra newsletter!
Iscriviti